Piante per creare privacy sul balcone


4 min letti

Poter godere del proprio balcone o terrazzo durante la stagione calda spesso coincide anche con il desiderio di proteggere la nostra privacy. Le piante sicuramente possono diventare "nostre alleate" nel raggiungere lo scopo.

Potremo scegliere fra piante verdi e magari perenni e piante fiorite, a fusto eretto o rampicanti  ma, in un caso o nell'altro, l'esposizione del balcone o del terrazzo rispetto al sole sarà determinante.

La soluzione che in genere funziona sempre è quella di optare per piante sempreverdi soprattutto perché richiedono poca manutenzione e sono la soluzione perfetta per chi non ha "il pollice verde".

Fra le piante a fusto eretto possiamo scegliere fra

  • Il bosso è una pianta che può raggiungere anche i 5 metri di altezza. Ha foglie di piccole dimensioni e piuttosto coriacee di un bel colore verde scuro brillante. Ne esistono di diverse varietà e in generale hanno una crescita lenta. Ha bisogno di posti soleggiati o a mezz'ombra e resiste bene  al freddo e alle gelate ma soprattutto non teme la siccità. Irrigazioni non eccessive concimazioni regolari. E' fra le piante che sopporta meglio le potature e la primavera e l'autunno sono i periodi migliori.  
  • il bambù,  ne esistono  di varie dimensioni, colori e tipo di crescita. Scegliendo quello giusto sarà possibile creare siepi  piccole e basse oppure alte ed il risultato sarà sempre rapido ed esteticamente accattivante. Altro vantaggio di questa pianta è la persistenza del suo fogliame  che si mantiene inalterato durante tutte le stagioni dell’anno. Le siepi di bambù sono una garanzia di omogeneità infatti ha una crescita compatta ed omogenea ed è molto resistente sia al clima che alle malattie. 
  • il lauroceraso può raggiungere i 4-5 metri di altezza, ha foglie leggermente dentate, brillanti, lucide e di un bel verde scuro. Predilige posizioni in pieno sole o mezz'ombra. Resiste bene ai freddi invernali mentre teme le gelate. Il terreno dev'essere ben drenato e teme i ristagni d'acqua. Tollera benissimo le potature che vanno effettuate in primavera con ritocchi nel periodo estivo.
  • l'oleandro ha foglie lanceolate, coriacee e di un bel verde brillante. Può raggiungere e 3 metri di altezza. Va posizionato in pieno sole e preferisce climi miti pertanto in località a clima meno caldo la coltivazione in vaso è ideale perché può essere coperta durante l'inverno. Si adatta a tutti i terreni perché è una pianta rustica, concimazione regolare e acqua sufficiente. Non è necessaria la potatura ma basta eliminare  dopo la fioritura i rami sfioriti. 
  • il pittosporo è una pianta rustica che predilige le posizioni soleggiate ed i climi temperati. Può raggiungere i 4 metri di altezza con foglie coriacee e di un bel verde intenso. Particolarmente belle le fioriture con fiori di un colore bianco crema e molto profumati. Richiede poca acqua e concimazioni regolari. Sopporta bene le potature che vanno fatte a fine inverno e spesso ricaccia con facilità anche dal legno vecchio.
  • l'evonimo che si adatta bene sia in pieno sole che a mezz'ombra. E' una pianta rustica e non ha preferenze per i tipi di terreno. Può raggiungere i 3 metri di altezza con foglie  di un bel colore verde giallastro. Ne esistono diverse varietà ed è possibile potarla più volte in primavera ed estate per mantenere la forma volta.

Utilizzando fioriere con strutture verticali è possibile scegliere piante rampicanti che donano macchie di colore e intense profumazioni come 

  • il falso gelsomino sembra una pianta delicata ma in realtà è un rampicante vigoroso che cresce facilmente anche su sostegni in metallo fino a coprirli completamente. Predilige posizioni soleggiate. Va concimata dall'estate all'autunno con concime liquido ed è una pianta che regala fioriture abbondanti e profumate.


  • la bouganvillea ha rami legnosi e munita di spine. Produce dei fiorellini bianco panna circondati da grandi brattee decorative e sottili di colore bianche, gialle, arancio, rosa, rosse e porpora. Crescono bene in posizioni soleggiate  ma  temono il freddo dell'inverno e può morire. Necessita di innaffiature soprattutto nei periodi caldi e teme i ristagni. Non ha molte esigenze per il tipo di terreno Va potata alla fine dell'inverno per eliminare i rami secchi e deboli. Diciamo che è una pianta che cresce bene in zone con una temperatura mite.
  • il caprifoglio un arbusto rampicante che ha un notevole sviluppo. Si adatta  bene in posizioni di mezz'ombra o pieno sole. Resiste bene al clima rigido continentale. Non ha particolari esigenze di terreno anche se cresce meglio in quelli freschi e umidi. Teme molto la siccità e la mancanza d'acqua riduce la fioritura. Va sfoltita alla fine dell'inverno in modo deciso e all'inizio dell'autunno.
  • la clematide un po' come i rampicanti precedenti preferisce posizioni soleggiate soprattutto la chioma mentre la base del fusto deve essere all'ombra o protetta da una eccessiva insolazione. Si adatta bene a climi temperati e i rami possono soffrire per il gelo anche se una volta potati il fusto è in grado di ricacciarne di nuovi con facilità. Il terreno dovrà essere sempre umido e fresco, ben irrigato ma evitando e ristagni. Potatura energica in autunno o fine inverno.

Se volete qualche informazione in più vi consiglio questo filmato.