Giardini in bottiglia


2 min letti

Il giardino in bottiglia o terrarium è un  ecosistema autonomo che può sopravvivere anche senza acqua e concime, purché riceva luce e si attivi, quindi, il processo di fotosintesi.

In generali forniscono ottime condizioni di sviluppo per piante che richiedono molta umidità e sono indicate quelle a crescita particolarmente lenta. Si possono creare effetti di colore usando piante con foglie variegate per creare un contrasto fra forme e colori. Questa soluzione però si può applicare anche a piante grasse creando naturalmente un ambiente adatto alle loro esigenze e bonsai

Qualsiasi tipo di bottiglia o contenitore in vetro può andare bene purché abbiano un'apertura abbastanza larga. Se si utilizza un vetro colorato allora è meglio esporre il mini giardino ad una luce più forte di quella normalmente richiesta dalle piante perché il colore blocca in parte l'afflusso della luce. 

OCCORRENTE

  •  bottiglia di vetro
  • torba, argilla, sfagno, carbone
  • attrezzi a braccio lungo o telescopici  
  • imbuto apposito per versare il terriccio nel contenitore, eventualmente lo si può costruire utilizzando del cartoncino
  • nebulizzatore

COME PROCEDERE

  • Con l'aiuto dell'imbuto versare nel contenitore di vetro dell'argilla espansa per un'altezza di 3 cm, aggiungere una manciata di carbone e 5/7 cm di torba ed inumidire con il nebulizzatore
  • utilizzando gli attrezzi telescopici creare la base mossa e leggermente in pendenza per appoggiare le piante
  • creare gli incavi per inserire le piante
  • aiutandosi con la forchetta telescopica  posizionare le piante che sono state scelte
  • coprire le parti spoglie del terreno con dei ciottoli e del muschio
  • versare una tazza di acqua facendola scorrere lungo il vetro
  • se sono piante che richiedono umidità chiudere la bottiglia con un tappo di sughero o vetro. In caso di  piante grasse  meglio evitare per lasciare che l'aria circoli e l'umidità evapori.