Verdure antiche e dimenticate


A volte, mentre si spinge il carrello al supermercato, passando nel reparto frutta e verdura un brivido di freddo tipico del clima da era glaciale che dovrebbe giovare all’aspetto dei vegetali morde la schiena con piccoli denti ghiacciati... Forse è per questo che ci soffermiamo con una certa titubanza davanti alle verdure, mentre mani veloci scelgono, pesano e imbustano in un turbinare di guanti e sacchetti di cellophane. A volte però, mentre le operazioni di stoccaggio nel carrello sono all’apice, lo sguardo vaga speranzoso tra gli scaffali e viene inaspettatamente agganciato da strane creature che giacciono lì, accanto a innocenti cespi di lattuga, peperoni ipertrofici e mazzetti di carote dal brillante ciuffo verde. Il loro magnetismo ci attira inesorabilmente: hanno un aspetto senz’altro curioso, di certo sconosciuto. Quando ci pieghiamo per leggere a quale genere appartengano e carpirne la natura, il loro nome ci suona esoterico e lontano (rutabaga, scorzonera, mizuna...). Si tratta di ortaggi dimenticati, che non hanno mai varcato la soglia della nostra cucina perché probabilmente la loro coltivazione è stata abbandonata da tempo, trascurata dall’agricoltura moderna, tesa a immettere sul mercato prodotti più resistenti alle malattie e più facili da vendere. Siamo di fronte a piccole riscoperte di sapori e consistenze: a volte queste verdure sono veramente antiche, a volte sono state solo dimenticate dai consumatori, più spesso si tratta di ortaggi semplicemente strani e particolari... ma per niente al mondo vanno ignorati! Prendetevi il tempo per ammirare la piccola galleria di ritratti bitorzoluti, tuberosi e a tratti allampanati offerti da questo libro: non sono creature di un mondo sotterraneo, solo di un altro tempo, e si portano dietro un ricco bagaglio di vitamine, fibre e colori che gioverà moltissimo alla vostra dieta. Quello che chiedono è solo un vostro sguardo, un palpito di curiosità per essere bollite, grattugiate o trasformate in un morbido purè.


23.75 25.00(-5%)
  • Spedizione:  
  • Politica di Restituzione: Diritto di recesso (d.lgs. 206/2005) Una volta ricevuto l'acquisto il cliente ritiene che non sia conforme alle sue aspettative potrà recedere dal contratto, senza indicarne le ragioni, avvisando entro e non oltre 8 giorni, dal momento della consegna dell'acquisto, il nostro ufficio. Per esercitare il diritto di recesso, il cliente è tenuto a informarci della sua decisione di recedere dal presente contratto tramite una dichiarazione esplicita (compilare modulo allegato in fondo alla pagina) Importante è che la comunicazione e la restituzione avvengano entro e non oltre 14 giorni dalla consegna dell'acquisto da parte del corriere. Le spese di spedizione per il recesso sono a carico del cliente e non verranno rimborsate. Una volta rientrato in sede il libro non deve risultare danneggiato (ammaccato, strappato, macchiato, piegato, ...) perché, in questo caso, non potremo riconoscere il rimborso totale della cifra pagata per acquistarlo. Effetti del recesso Se il cliente recede dal presente contratto, gli saranno rimborsati i pagamenti relativi al suo acquisto solo se integri. Detti rimborsi saranno emessi a seguito di una nostra autorizzazione. Il termine è rispettato se · il cliente restituisce i beni prima della scadenza dei 14 giorni, da contare a partire dalla consegna dei suddetti da parte del corriere, ed entro i quali dovrà provvedere ad avvisare il nostro ufficio con richiesta scritta · l'acquisto non dovrà presentare nessun danno


Ulteriori informazioni