Steve MCCurry. AFGHANISTAN


ra guerra e bellezza La retrospettiva sull’Afghanistan del fotografo Steve McCurry, collaboratore di Magnum L’Afghanistan è un paese straziato da lotte tribali, guerre coloniali e conflitti geopolitici, tanto che il popolo afghano ha dato il nome di “terra ribelle” a queste montagne. Malgrado siano scaturite da questo caos, le immagini che trapelano dal conflitto sono tra le più belle e spettacolari. L’illustre fotografo americano Steve McCurry si è recato in Afghanistan più e più volte negli ultimi 40 anni: con ogni probabilità è il miglior fotografo ad aver battuto questi territori. Il suo celebre scatto Afghan Girl (1984) – triste e angoscioso, ma al contempo pieno di grazia e dignità – pubblicato sulle copertine delle riviste di tutto il mondo, è probabilmente il suo ritratto più potente. Racchiude l’atmosfera senza tempo e il tocco pittorico che caratterizzano le sue opere e crea un netto contrasto con lo scenario di guerra in cui si inserisce. Steve McCurry ha dovuto affrontare i pericoli che fanno parte della vita “on the road” dei fotografi. Spesso si è avventurato in prima linea, correndo enormi rischi; durante la sua prima missione in Afghanistan, nel 1979, riuscì ad attraversare illegalmente il confine con il Pakistan indossando gli abiti tradizionali afghani. Quel viaggio tra paesaggi insidiosi e inaspettati, in una terra contesa tra i Mujahideen, i russi e i talebani, fu il primo di una lunga serie. Molti altri fotografi hanno seguito le orme di Steve McCurry. Ma la sua opera ad oggi non ha eguali. Il fotografo: Per più di quarant’anni, Steve McCurry, nato a Filadelfia, è stato un’icona della fotografia contemporanea. I suoi scatti sono stati pubblicati su copertine di libri e riviste, raccolti in oltre 12 libri fotografici, e presentati in tantissime mostre in tutto il mondo. Dopo aver viaggiato a lungo in India, Medio Oriente e Afghanistan, nel 2004 ha fondato ImagineAsia, con lo scopo di aiutare i bambini e i ragazzi dell’Afghanistan fornendo loro materiale scolastico e nuove opportunità nell’ambito dell’istruzione.


57.00 60.00(-5%)
  • Spedizione:  
  • Politica di Restituzione: Diritto di recesso (d.lgs. 206/2005) Una volta ricevuto l'acquisto il cliente ritiene che non sia conforme alle sue aspettative potrà recedere dal contratto, senza indicarne le ragioni, avvisando entro e non oltre 8 giorni, dal momento della consegna dell'acquisto, il nostro ufficio. Per esercitare il diritto di recesso, il cliente è tenuto a informarci della sua decisione di recedere dal presente contratto tramite una dichiarazione esplicita (compilare modulo allegato in fondo alla pagina) Importante è che la comunicazione e la restituzione avvengano entro e non oltre 14 giorni dalla consegna dell'acquisto da parte del corriere. Le spese di spedizione per il recesso sono a carico del cliente e non verranno rimborsate. Una volta rientrato in sede il libro non deve risultare danneggiato (ammaccato, strappato, macchiato, piegato, ...) perché, in questo caso, non potremo riconoscere il rimborso totale della cifra pagata per acquistarlo. Effetti del recesso Se il cliente recede dal presente contratto, gli saranno rimborsati i pagamenti relativi al suo acquisto solo se integri. Detti rimborsi saranno emessi a seguito di una nostra autorizzazione. Il termine è rispettato se · il cliente restituisce i beni prima della scadenza dei 14 giorni, da contare a partire dalla consegna dei suddetti da parte del corriere, ed entro i quali dovrà provvedere ad avvisare il nostro ufficio con richiesta scritta · l'acquisto non dovrà presentare nessun danno


Ulteriori informazioni