2 min letti
09 Jan
09Jan

Per un corretto comfort abitativo è importante curare anche l’isolamento della casa, non solo termico ma anche acustico perché se il rumore diventa eccessivo può provocare effetti spiacevoli sul nostro benessere psicofisico.

Naturalmente questa problematica si presenta soprattutto a chi abita in grandi centri abitati  meno a chi sceglie di vivere in zone più isolate.

Il rumore è un segnale di disturbo costituito da onde sonore percepite dal nostro orecchio come sgradevoli e fastidiose.

Per ovviare a questo problema, definito inquinamento acustico, si ricorre a soluzioni quali l'installazione di materiali fonoassorbenti e fonoisolanti  che contribuiscono efficacemente ad ostacolare la  trasmissione di onde sonore da un ambiente a un altro, interponendo tra i due un mezzo fisico di separazione.

L’edilizia propone diversi materiali in grado di ovviare a questa forma d'inquinamento dal potere fonoassorbente e/o fonoisolante per contrastare i fastidiosi rumori provenienti dall’esterno dell'abitazione.

Questi materiali vengono impiegati in situazioni differenti. I fonoassorbenti per assorbire le onde sonore, impedendo di rimbalzare sulla superficie e di riflettersi nell’ambiente circostante sotto forma di riverberi ed echi.

Servono per bloccare il diffondersi delle onde sonore da uno spazio all’altro assorbendo alcune sue frequenze e migliorando le proprietà acustiche della stanza o dell’ambiente stesso. Si trovano sotto forma di pannelli da applicare sulle pareti o sui soffitti e possono essere:

di natura vegetale come argilla espansa, legno e sughero, minerale come lana di vetro, di roccia, fibre di legno mineralizzate e sono porosi con la capacità di convertire l’energia acustica in calore e anche di natura sintetica come il poliuretano espanso.

I materiali  fonoassorbenti per essere più efficaci dovrebbero essere integrati con materiali fonoisolanti per garantire appunto anche un isolamento acustico, che serve a bloccare la trasmissione di un segnale sonoro da uno spazio all’altro, dall’interno verso l’esterno e viceversa. 

E' la soluzione ideale per bloccare rumori che arrivano dal di fuori dell' abitazione. Si chiama pannello fonoisolante in quanto agisce come una barriera alle onde sonore, creando una sorta di bolla che non lascia passare il suono, riflettendolo nell’ambiente da cui proviene.

I Materiali fonoisolanti di qualità, per essere efficaci, dovrebbero essere inseriti all’interno delle pareti al momento della costruzione dell'edificio. Tra i migliori ci sono quelli in piombo e gomma spesso usati insieme a materiali fonoassorbenti di tipo sintetico come il poliuretano espanso. Altra tipologia sono quelli in fibre di legno utilizzati per proteggere le pareti degli appartamenti dai rumori confinanti.


Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.