Tante funzioni in poco spazio


2 min letti
19 Sep
19Sep

La distribuzione delle funzioni ed il numero di locali disponibili ha subito nel tempo variazioni che possiamo definire quasi cicliche. Si è passati da un' unica stanza all'interno della quale erano raccolte tutte le funzioni e alle quali erano dedicati angoli e pertugi fino ad una più articolata distribuzione con un numero elevato di stanze e stanzette a disposizione (cucina, dispensa, sala da pranzo di famiglia e quella di rappresentanza, salone, salotto di rappresentanza, salottino privato per le donne, salotto  privato per uomini...). 

La tendenza attuale ha riportato la situazione a livelli intermedi rispetto al passato. Si è diffusa la tendenza ad accorpare la zona giorno e la cucina abitabile in un unico locale  che risulta così  la parte più ampia della casa, naturalmente a discapito  della zona notte e dei  bagni.

Nel caso in cui si decida di acquistare un' abitazioni la cui metratura sia piuttosto ridotta diventa indispensabile, in fase di progettazione, mettere in pratica tutta una serie di piccoli trucchi o espedienti per sfruttarla al massimo  senza ridurne il confort. 

Avete in mente Mary Poppins che estrae dalla sua piccola borsa gli oggetti più disparati? Possiamo farlo anche noi, o quasi, l'importante è fare le scelte giuste! 

  • La possibilità di disporre di locali sfruttabili in altezza può essere un buon punto di partenza. La costruzione di un soppalco ci permette di collocarvi  le zone meno utilizzate di giorno, come quella notte,  recuperando così una buona quantità di spazio per le altre attività. Resta chiaro che se il soppalco non sia già presente bisognerà richiedere per la costruzione il permesso all'Ufficio Tecnico in Comune e  rivolgersi necessariamente ad un tecnico.
  • La costruzione di pareti divisorie in muratura nei locali dalla dimensione ridotta andrebbe evitata o limitata perché  più il loro numero aumenta tanto minore sarà il senso di ampiezza che si percepirà  nell'appartamento. Facendo riferimento all'articolo precedente sulle pareti mobili, potrebbe essere auspicabile l'idea di ricorrere a queste soluzioni alternative perché potranno aiutarci definire la funzione degli spazi senza rimpicciolirli. In alternativa si può pensare  di ricorrere a piccoli moduli o blocchi arredati che racchiudono cucina e bagno e spesso vengono collocati al centro dell'abitazione.

  • L'uso di soluzioni d'arredamento composte da mobili poco ingombranti o realizzati su misura facilita il migliore sfruttamento di tutto lo spazio compreso i vani più piccoli. Esistono mobili dotati di rotelle che si possono spostare a seconda delle necessità, mobili apribili e che si possono richiudere quando non vengono usati. Utili sono i sistemi di scaffali con contenitori i cui colori meglio se rigorosamente chiari magari con qualche tocco più acceso per evitare l'effetto monocromatico che potrebbe non piacere.
  • Il colore delle pareti, dei pavimenti e dei soffitti in un piccolo appartamento sono importanti per creare un effetto di ampiezza Optare quindi per colori chiari mentre la scelta cromatica (la saturazione del colore) dipende da quanto lo spazio risulti illuminato di giorno: se riceve poca luce meglio scegliere rifiniture e materiali dai colori neutri giocati fra loro e non più di due. Evitare alle pareti wallpaper dai disegni grandi perché questi tendono a rimpicciolire gli spazi.
  • L'uso di specchi è una soluzione collaudata proprio perché dilatano visivamente lo spazio...naturalmente senza esagerare.
  • L'uso di tappeti pochi e dalla tessitura non spessa (kilim, stuoie...), dalle dimensioni ridotte e dai colori chiari possono contribuire, collocati per esempio sotto un tavolo o vicini a dei divani, a segnare la funzione dello spazio senza creare barriere visive.
  • Per gli elementi decorativi meglio pochi ma particolari e d'impatto che sappiano esprimere la vostra personalità senza però ingombrare.
  • La presenza di un balcone anche piccolo può aiutare a fare la differenza perché se curato potrà contribuire ad ampliare la gradevolezza dello spazio interno. La scelta e la sistemazione di piante collocate in contenitori adeguati e qualche piccolo arredo colorato faranno la differenza. Meglio ancora se lo si potrà trasformare in una  veranda chiusa perché oltre a creare uno spazio relax durante l'estate potrà essere utilizzato anche durante la stagione fredda.   

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.