Quale top scegliere per la nostra cucina?


4 min letti
22 Nov
22Nov

Parte seconda

 VETRO ECOSAT NO SCRATCH

Il vetro è uno dei protagonisti del design contemporaneo. La sua applicazione si è ampliata soprattutto con l'introduzione del vetro indurito che ha permesso un uso più  innovativo di questo materiale. 

Il vetro prodotto oggi è del tipo float ottenuto versando vetro fuso in un bagno di stagno fuso dove si espande, si raffredda e indurisce. Viene sottoposto successivamente ad un ulteriore processo d' indurimento in forno di ricottura. A questo punto il vetro appare perfettamente piano. Un altro tipo di vetro comune è il vetro laminato  utilizzato per produrre vetro retinato e stampato che si ottiene  pressando fra due rulli il vetro semi-fuso.

  • Ecosat No-Scratch (Vitrealspecchi) è  una tipologia di vetro float di ultima generazione.‎ La sua superficie finemente texturizzata e brillante ha una resistenza molto elevata ai graffi e praticamente a tutte le macchie e risponde perfettamente a tutte quelle sollecitazioni alle quali un top per cucina deve rispondere. Le qualità estetiche rimangono inalterate nel tempo perché, a differenza di altri materiali, il vetro è molto poco assorbente.‎ E' resistente agli sbalzi termici, graffiature e abrasioni. Piacevole al tatto e facile da pulire. E' verniciabile e adattabile a qualsiasi tipologia di arredamento perché si può sottoporre a  stampa serigrafica o digitale o trattabile  con vernici a freddo o ceramiche.‎

CALCESTRUZZO MODIFICATO

Questa soluzione viene realizzata su misura e si presta anche a sostituire un top che non piace più o che ormai è usurato. E' un'idea dell'azienda Cemento Line e utilizza un pannello di schiuma di polistirene estruso - KERDI BOARD -  coperta da entrambi i lati da uno strato indurente e da un tessuto non tessuto che permette un perfetto ancoraggio del massetto autolivellante in cemento. Grazie ai molteplici spessori disponibili (5, 9, 12,5, 19, 28, 38 e 50) il pannello Kerdi Board copre  un' ampia  gamma di possibili soluzioni applicative. Con gli opportuni accorgimenti si possono sigillare le zone di giunzione tra pannelli ed i punti critici, rendendo il pannello completamente impermeabilizzato e dalla struttura compatta. Viene proposto in 4 gamme cromatiche di grigio.


CERAMICA SINTERIZZATA E  GRES PORCELLANATO

  • La ceramica sinterizzata è un prodotto ceramico che viene sottoposto ad un processo di cottura ad alte temperature, inferiori a quelle di fusione. In questo modo il materiale acquista compattezza e resistenza, caratteristiche che diversamente non avrebbe.  Specifici trattamenti in fase di cottura  danno alla ceramica sinterizzata un aspetto simile al marmo, alla pietra e al legno
  • il gres porcellanato si può considerare un parente della ceramica  ma i due materiali  presentano delle sostanziali differenze. Il materiale ceramico si ottiene miscelando una base di argilla con diversi tipi di minerali e acqua e poi cotto. Il  gres porcellanato si ottiene per pressatura e portandolo ad una temperature di 2.300° C  (rispetto ai 1800-2000° C della ceramica).   L' alta temperatura, l’utilizzo della sabbia e del feldspato contribuiscono a renderlo assai più resistente all’acqua, più duro del granito (+ 30%) e assai più resistente alle macchie. E' possibile trovarlo in diverse colorazioni che imitano il marmo, il metallo, la  pietra e il legno.


ACCIAIO INOX

L' acciaio inox per le sue qualità, grande impatto estetico e funzionalità è uno dei componenti più validi per la realizzazione di un top in una cucina moderna. E' praticamente un materiale eterno, refrattario alla formazione di muffe e ruggine, altamente igienico, semplice da pulire, resistente agli urti, al calore e al trascorrere del tempo, anche se sottoposto a utilizzi intensivi e prolungati. Si può trovare  con finitura lucida oppure satinata.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.