Organizzare un angolo per il barbecue


5 min letti
15 Jul
15Jul

Poter disporre di un angolo di balcone, terrazzo o giardino da dedicare al "rito del barbecue" è un piacere al quale molti non resistono. Ci riporta ad una nostra idea di campagna, di vita in mezzo al verde, di convivialità semplice da godere  in allegria magari arrostendoci e affumicandoci in compagnia.

Il mercano propone molte tipologie di barbecue: trasportabili, montati su ruote e con struttura pieghevole e soprattutto adatti ad un uso saltuario, ma anche meno ingombranti da poter riporre facilmente durante la stagione invernale.

Gli appassionati della brace invece sognano quelli a struttura fissa che possono essere in calcestruzzo alleggerito, con focolare in refrattario, porta-legna  e accessori come il girarrosto elettrico, cappa per convogliare i fumi e vani per posizionare tutto ciò che servirà durante la preparazione e la cottura dei cibi. 

In un modo o nell'altro l'angolo per il barbecue  va progettato e a tale proposito vorrei  suggerire qualche utile regola per realizzarlo al meglio affinché risulti funzionale e facile  da utilizzare come:  

  • il giusto posizionamento, è consigliabile evitare punti scoperti del balcone, terrazzo o giardino e quindi facilmente esposti a brezze, oppure la presenza di aggetti di grondaie, pensiline e porticati che potrebbero facilmente convogliare fumi e odori verso l'interno dell'abitazione;
  • lontano da piante o cespugli, infatti fumo e calore non sono la migliore cura per le piante quindi meglio lasciare tra il barbecue ed esse un metro e mezzo o due  di distanza e circa cinque metri in altezza e se non fosse possibile potrebbe aiutare l'installazione di un'adeguata canna di sfogo per i fumi;
  • posizionarlo non lontano dalla cucina di casa e dal tavolo esterno, infatti i cibi cotti alla brace devono essere serviti caldi ed i lunghi percorsi non aiuterebbero;
  • verificare l'altezza del piano del focolare che non deve essere più alto di 90 cm e più basso di 85 questo se si vuole lavorare comodamente;
  • prevedere un'illuminazione adeguata per esterni per poter controllare senza difficoltà la cottura dei cibi soprattutto la sera;
  • va posta molta attenzione a dove vengono riposti gli accessori metallici in modo tale che siano facilmente asportabili sia per pulirli quanto per riporli a riparo dalle intemperie;
  • prevedere la presenza di un lavello, se è possibile, per avere a disposizione acqua per la pulizia del piano e degli attrezzi.

Quali modelli scegliere?

  • barbecue a legna, è un classico ma con quali vantaggi? Facile la reperibilità del combustibile infatti si può ricorrere alla legna, alla carbonella ideale  per rendere la grigliata più sana e saporita o  piccoli ceppi di legno di vecchi oggetti, non richiede attacchi a corrente o gas, può essere realizzato in varie dimensioni, la lunga durata della griglia perché realizzata in materiali resistenti e fatti per durare nel tempo. Svantaggi: richiede tempo per la preparazione della griglia, i fumi emessi che se non convogliati correttamente  possono annerire i muri e infastidire i vicini.  
  • barbecue a carbonella, vantaggi il costo basso del combustile di facile reperibilità infatti la si può trovare anche nei supermercati con il liquido accelerante, il costo basso della griglia, la facilità di trasporto. Svantaggi: i tempi di accensione, la necessità di ricaricarla perché si trasforma in polvere durante l'uso, tenerla riscaldata, la produzione di fumo pertanto richiede spazi aperti per evitare il problema del fumo nero iniziale e quello dei vicini, lo sporco del carbone che richiede, di conseguenza un'attenta pulizia della griglia ogni volta che viene usata.
  • barbecue a gas, i vantaggi: l'uso semplice perché  è come cucinare in cucina ai fornelli, la pulizia facile e rapida, il combustibile economico l'importante sarà scegliere la bombola più adatta all'utilizzo e dalla dimensione adeguata, non crea problemi di fumi e nemmeno odori. Veniamo agli svantaggi: il costo perché è meglio acquistare modelli sicuri e certificati, non è facile da trasportare, reperibilità del combustibile e del rivenditore autorizzato per la manutenzione della bombola. 
  • barbecue in muratura, vantaggi: è la soluzione ideale per gli appassionati delle grigliate, può utilizzare qualsiasi forma di combustibile  elettricità compresa, possibilità di realizzarlo secondo il nostro gusto estetico ma soprattutto attrezzarlo con vani per riporre gli elementi accessori che servono durante la preparazione dei cibi, un piano d'appoggio per piatti, teglie e attrezzatura che dovrete tenere a portata di mano durante la preparazione e, se possibile, anche un lavello con acqua corrente.

      Svantaggi: la necessità di  chiudere il piano del barbecue per preservarlo           durante l'inverno o quando non viene utilizzato dalle intemperie, dagli                 animali e dallo sporco, deve essere mantenuto pulito e la griglia lavata ad          ogni nuovo utilizzo ma questo aspetto vale per tutti i barbecue.

Per chi non ha un grande terrazzo o un giardino ma solo un balcone ecco la soluzione: un barbecue da balcone. Ha dimensioni ridotte ed un costo accessibile. Può funzionare a carbonella o a gas. E' composto da un contenitore per il combustibile ed una griglia per la cottura del cibo con dei ganci per il fissaggio alla ringhiera. 

Seguono alcune  immagini di barbecue che ho trovato dalla forma originale anche se non tutti hanno un'altezza comoda per l'utilizzo

Come pulire la griglia?

Date un'occhiata al video che ho trovato: è chiaro, con tantissimi suggerimenti utili ma soprattutto per la pulizia del barbecue utilizza prodotti naturali!

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.