La stanza per i figli: sana e attrezzata in modo adeguato


4 min letti
14 Oct
14Oct

Ai nostri figli bisognerebbe dedicare la stanza più spaziosa e meglio orientata anche se spesso non è così e il più delle volte  è anche condivisa con i fratelli.  Cerchiamo almeno di creare uno spazio sano, sicuro e confortevole dato che i bambini sono particolarmente sensibili alle qualità dell'ambiente  e in genere in  stretta relazione con esso sia da un punto di vista fisico quanto psicologico.

Ecco qualche suggerimento di base per renderli più felici soprattutto se piccoli e in età scolare

  • scegliere una ben orientata meglio se la più tranquilla e possibilmente con esposizione a est che secondo le regole del Feng Shui permette di sfruttare meglio la potenza della luce del giorno che nasce e dona serenità 
  • i bambini amano gli angoli che infondono un senso di protezione, piccoli nascondigli per giocare magari attrezzati con piccoli contenitori 
  • scegliamo tinte tenui per le pareti mentre i mobili avranno note di colore più vivace e se è possibile ascoltare il loro parere affinché incontri il loro gusto
  • materiali per i pavimenti possibilmente naturali come il legno, il linoleum o il vinile  trattati con prodotti atossici, facilmente lavabili  e possibilmente con tocchi di colore

  • ci devono essere prese di sicurezza dotate di tappi speciali. Mentre gli apparecchi d'illuminazione ambientale  devono diffondere in larga misura luce sul pavimento. Scegliere un tipo di illuminazione soffusa soprattutto di notte e con intensità  regolabile con un  dimmer. Per il gioco meglio una luce diffusa a soffitto; calda per favorire il riposo e che può essere utile anche quando i bambini hanno paura del buio in questo caso si può optare per corpi illuminanti a parete, a terra, o piccoli abat-jour  infrangibili; luce funzionale per lo studio o la lettura
  • se i bambini sono piccoli evitare  l'uso di materiali pericolosi come specchi posti troppo in basso, vetri e mobili con angoli vivi
  • la disposizione dei mobili  cambierà in base all'età, come vedremo dopo. E' una buona regola sistemarli per funzione  per favorire anche  una messa in ordine veloce. La  disposizione lineare  lascia la superficie del pavimento libera e la stanza sembrerà più ampia. Preferibili arredi regolabili e facili da modificare. Se la stanza è condivisa con i fratellini prevedere uno spazio personale per ognuno.


QUANDO IL BAMBINO E' PICCOLO

Consiglio di evitare  per un bambino in arrivo progettazioni di mobili costose. Meglio lasciare il locale più libero possibile

  • Basterà  un lettino con sponda mobile  in legno laccato e listelli ravvicinati per evitare che il bambino vi infili la testina

  • Niente nastri, fettucce e sponde con reti
  • E' utile un fasciatoio con contenitore per raccogliere tutto ciò che serve per il cambio del neonato.
  • Se il locale è troppo grande il lettino del bambino andrà protetto da un paravento o da un pannello mobile agganciato a parete che servirà a delimitare uno spazio proporzionato a lui
  • Il locale non deve essere ostinatamente vivace. Evitare l'uso di tappezzerie con disegni troppo piccoli che il bambino incuriosito seguirà con gli occhi favorendo l'insorgere di difetti alla vista. Meglio colori pastello con tocchi di colore più vivaci.
  • I giochi potranno stare sul pavimento e più tardi saranno  raccolti in contenitori a misura di bambino.
  • Niente tendaggi lunghi ma a vetro ed eventualmente  una oscurante  a pacchetto o a rullo.
  • Una volta cresciuto quel tanto che basta per camminare sui muri si potrà fissare una cornice in legno con dei fogli di carta o  ritagliare un rettangolo da rivestire con una pittura lavabile e cancellabile sulla quale il bambino potrà divertirsi a disegnare.
  • Finché il bambino è piccolo è inutile predisporre un tavolo per i suoi giochi e lavori: il pavimento è il suo piano d'appoggio preferito pertanto lo si può coprire con un tappeto a pelo raso che servirà a delimitare il "suo spazio" gioco.

BAMBINO  IN ETA' SCOLARE 

  • In età scolare il bambino ha bisogno di una stanza organizzata con un proprio letto, una parete attrezzata con cassetti, armadio, ripiani per i libri ed oggetti personali
  • I mobili saranno robusti, in legno naturale o laccato, in metallo verniciato o laccato e che comunque durino nel tempo ed in modo che siano integrabili con altri elementi man mano crescono le esigenze. Non bisogna mai perdere di vista il semplice e il funzionale affinché il bambino stesso impari a riordinare con facilità la propria stanza.
  • Lasciare  che esprimano i loro gusti in fatto di colori sia nella scelta dei tessuti, dei mobili, poster, quadri e fotografie.
  • Curare la distribuzione dei punti luce ed il tipo di luce che verrà impiegata.
  • Prevedere magari un letto a scomparsa nel caso in cui il bambino desideri invitare un suo coetaneo a casa.

 

LA STANZA  DEI GIOVANI

Superata l'età dei giochi la cameretta  diventa  una stanza-studio nella quale i mobili prevalenti saranno un comodo tavolo- studio ed una capiente libreria magari anche con qualche vano chiuso da antine per contenere  materiale  che tenuto a vista creerebbe un effetto disordine.

...E SE LA STANZA E' PER DUE FIGLI?

Quando nella stessa stanza devono coabitare due figli magari di sesso o età differenti è necessario che

  • ognuno abbia il proprio angolo appartato sia perché  possano godere di una certa riservatezza e non disturbarsi a vicenda se hanno interessi o abitudini differenti. Una soluzione  potrebbe essere quella di dividere il locale con un mobile  non più alto di 2 metri affinché la luce della finestra possa illuminare entrambe le zone oppure utilizzare pannelli scorrevoli integrati in un mobile Altra possibilità se la dimensione della stanza lo permette sarebbe quella di dividerla con una porta scorrevole, non più alta di cm 220, agganciata da un lato ad una parete e dall'altra ad un contenitore in legno in questo modo lo spazio potrà essere, a seconda delle attività svolte, condiviso oppure no
  • ognuno dovrà poter disporre di un proprio tavolo, cassettiera, spazio per i libri, armadio e mensole per oggetti personali
  • se non vi è spazio per due letti si può ricorrere a due divani letto o a letti a ribalta questo modo, una volta chiusi, la stanza sembrerà più ampia. I letti a castello possono essere una soluzione fino a quando i bambini sono piccoli anche se danno sempre qualche problema al momento del riordino. Altra soluzione sono i letti sovrapposti o a canguro dove lo spazio è occupato da uno mentre l'altro viene collocato al di sotto ed estratto solo al momento dell'utilizzo.

 

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.