Il fascino di un soffitto con le travi


3 min letti
27 Mar
27Mar

La presenza di  travi a vista all'interno di una abitazione, una volta, era sinonimo di vecchio, di costruzione non finita e si ricorreva a dei controsoffitti per ricoprirle. Oggi, al contrario, si tende a valorizzare questo elemento architettonico. La loro presenza rende gli spazi  particolarmente carichi di fascino e di calore soprattutto nelle abitazioni rustiche o datate. L'effetto scenico aumenta se anche l'arredamento viene studiato con attenzione. 

Da un punto di vista strutturale le travi possono essere in legno antico, antiche, in lamellare e decorative. 

  • Le travi in legno antico si trovano nelle abitazioni di una volta e  se si ha la fortuna di poterle mantenere, evitandone la sostituzione, dopo un adeguato trattamento di pulizia daranno all'abitazione un notevole valore aggiunto.
  • Le travi antiche invece  provengono da vecchie costruzioni. Recuperate durante le demolizioni, sottoposte ad un'attenta opera di pulizia, restauro e trattamento del legno possono essere riutilizzate conservando la patina del tempo. Possono sostituire quelle esistenti nell'abitazione perché in cattive condizioni. ma la loro presenza non toglierà nulla del fascino antico anche se non sono quelle originali.

In genere, sia le prime che le seconde, hanno una sezione rettangolare o quadrata ed essendo un materiale "vivo" richiederanno manutenzione e cura soprattutto se inserite in costruzioni datate dove umidità e muffa possono formarsi facilmente e prendere il sopravvento sull'integrità della struttura della trave stessa. Pertanto ogni quattro anni circa sarà opportuno ripetere un trattamento anti-muffa e controllare che all'interno delle travi non si siano insediati parassiti che potrebbero danneggiarle e contemporaneamente mettere in serio pericolo la struttura  della copertura.

AE ANTICA EDILIZIA

  • Optando per un legno lamellare non si rinuncia all'effetto scenico. Si tratta di un legno composito cioè  un prodotto industriale ottenuto assemblando del legno naturale. Grazie a un procedimento tecnologico di incollaggio a pressione si riesce a ridurre e a superare i difetti del legno massiccio, come la presenza di nodi. L'utilizzo di travi in legno massiccio prevede una sistemazione nel rispetto delle tecnologie di assemblaggio tipiche per queste strutture oltre allo studio dei punti di appoggio sui muri portanti. Le travi in lamellare invece, non avendo problemi di lunghezza, riescono a coprire spazi di qualsiasi lunghezza. Bisogna tener conto che a maggiore lunghezza corrisponde maggiore altezza della trave. 
  • Se non si ha la fortuna di abitare in campagna o in abitazioni che presentino delle travi sarà possibile ricreare nella propria casa l'atmosfera di queste vecchie case, magari in una mansarda o anche in tutto l'appartamento, ricorrendo a travi a vista decorative in poliuretano. Sono realizzate in maniera tale da imitare quelle in vero legno al punto da fare quasi fatica a distinguerle. Hanno diversi vantaggi: sono leggere, economiche, resistono all'umidità e si posano facilmente. Possono avere finiture, rotonde o rettangolari, e in tutte le tonalità del legno.  








Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.