Balcone o terrazzo: la pavimentazione (parte prima)


6 min letti
15 Mar
15Mar

La scelta del tipo di pavimentazione esterna deve soddisfare essenzialmente due esigenze: quella estetica e quella funzionale. Nella prima entrano in gioco elementi come  il tipo di materiale (ceramica, gres, legno, pietra, cemento...), il colore, il formato, la finitura superficiale. La seconda interessa soprattutto le caratteristiche tecniche e prestazionali del rivestimento quindi il peso, lo spessore, la resistenza all'usura e agli agenti atmosferici, il sistema di posa e la manutenzione.

  • Quando si decide il rifacimento della pavimentazione è importante prima verificare le condizioni della struttura sulla quale andrà posata, il massetto, e lo strato impermeabilizzante che si consiglia spesso di sostituire anche se non si sono verificate infiltrazioni. 

        Infatti una perdita di acqua successiva alla nuova pavimentazione                       comporterebbe  ulteriori spese per la riparazione e la nuova posa del                  pavimento.

  • Nel caso di una terrazza piana è indispensabile creare uno strato di pendenza per aiutare lo smaltimento dell'acqua piovana.
  • Nella scelta del materiale è necessario tenere conto delle condizioni climatiche della zona quindi in zone con un elevato rischio di gelate meglio optare per piastrelle con alta resistenza a temperature piuttosto rigide, in zone con frequenti piogge sarà più opportuno scegliere rivestimenti a basso assorbimento idrico.
  • Nella scelta della pavimentazione, come è già stato accennato, non bisogna trascurare il peso che spesso si aggiunge a quello delle fioriere, vasche ...sovraccaricando la soletta.
  • Nello spazio attrezzato a soggiorno - pranzo meglio optare per una superficie liscia mentre in presenza di gradini dovrà essere antisdrucciolo  

Vediamo cosa ci propone il mercato. 

  • Pavimentazione a base di argilla come il cotto e il gres. Il cotto prodotto industrialmente o a mano può avere diversi formati, dai classici quadrati e rettangolari ai piccoli tozzetti il cui impiego è consigliato preferibilmente in zone dagli inverni miti e con poche precipitazioni. Per preservarle dall'azione del gelo è consigliabile sottoporle ad un trattamento superficiale. Si presta bene in un contesto rustico.

Cotto Etrusco TERRE OSSIDATE

Torreal Italia   FORME PIANE

Eco Ceramica ECOLOGICA

Mentre il gres è caratterizzato dalle sue elevate caratteristiche di resistenza     meccanica, inattaccabilità dagli agenti atmosferici, antigelivo, impermeabilità all'acqua e al vapore acqueo. Prodotto in vari  formati e colori, su imitazione della pietra, del legno, del marmo, metallo e cemento non richiede nessun trattamento superficiale dopo la posa.

Ceramica Sant' Agostino UNIONSTONE DUKE WHITE effetto pietra

Ragno ROOTS effetto cemento

Atlas Concorde BLAZE effetto metallo

Urbatek 20MM - WEST BROWN  effetto legno

  • Pavimentazioni in legno, è un materiale naturale che permette di ottenere notevoli effetti da un punto di vista estetico. Posato all'esterno richiede un trattamento protettivo meglio se con olio di lino cotto, liquidi minerali...Il suo uso si rivela di particolare effetto soprattutto per delineare o scandire due differenti zone. La scelta di un pavimento in legno permette di accorciare i tempi di posa in quanto può essere sistemato sulla pavimentazione esistente.

A seconda delle destinazioni può essere impiegato a quadrotte, doghe o listelli. Il tipo a quadrotte è componibile, può essere posato anche in diagonale ed è predisposto per una posa ad incastro con i relativi elementi di chiusura perimetrale. Essendo facilmente rimovibile permette una facile manutenzione. e possono essere posate anche in diagonale.

La pavimentazione a doghe viene realizzata sul posto e su misura. Sopra l'impermeabilizzazione o sopra il rivestimento esistente si appoggiano delle doghe a circa 50 cm l'una dall'altra e sopra perpendicolarmente le doghe che formeranno il pavimento fissate con chiodi.

Il tipo a listelli, il cui formato è più ridotto, è posato come il pavimento a doghe ma semplicemente accostate fra loro con un semplice  incastro a maschio e femmina. Indipendentemente dalla tipologia scelta è importante valutare l'essenza, il legno da utilizzare e sicuramente il teak è il più usato perché più resistente all'acqua e all'umidità, il rovere, il castagno, il pino di Svezia e il pich-pine.

Di nuova generazione è il decking o parquet per esterni in legno utilizzato per rivestire le superfici di ambienti esterni. E' un materiale ecologico che sfrutta le qualità di resistenza agli agenti esterni come nel caso dell'iroko, dell'ipè e del teak. Le loro caratteristiche le rendono adatte alla realizzazione di questo particolare materiale assieme al bambù e al frassino termotrattati.  Ne esistono diverse qualità: 

 - Il decking in Ipè e il decking in Teak sono i più utilizzati, in quanto composti da essenze resistenti alle principali cause di deterioramento esterno. L’aspetto principale del decking è il suo essere ecologico, che garantisce un’ottima resa nel tempo. Ha anche una buona capacità drenante, permettendo in questo modo l’installazione su qualsiasi tipo di superficie.

 - Il decking in bambù termotrattato, invece, è un prodotto dalla eccezionale stabilità dimensionale e – grazie al termo-trattamento ad alta densità a cui viene sottoposto – non è soggetto a fenomeni di torsione e risulta resistente alle intemperie. 

- Il decking in WPC, invece, è composto da un materiale innovativo che – per le sue caratteristiche – è utilizzato per rivestimenti di grandi spazi e pavimenti esterni, essendo molto flessibile e dinamico. Composto da fibra di legno e materiale termoplastico, è ecologico e riciclabile al 100% e richiede meno manutenzione rispetto al legno massiccio o al legno massello. Le doghe in WPC sono anche antiscivolo, antimuffa, resistenti ad acqua e sale, inattaccabili da termiti e insetti, caratteristiche che rendono questo materiale particolarmente adatto a rivestire pavimenti e bordi piscina. 

- Il decking composito è un tipo di pavimentazione da esterno composta da polveri di legni e resine termoplastiche con effetto legno. E’ un prodotto ecologico, poiché viene prodotto utilizzando gli scarti di altre lavorazioni industriali e sostituisce efficacemente i pavimenti in legno da esterni, presentando notevoli vantaggi. Innanzitutto ha una lunga durata: è resistente all’azione decolorante del sole e non cambia colore, non si crepa ed è inattaccabile da muffe e parassiti. La posa del decking composito è veloce e semplice, adatto a rivestire pavimenti e bordi piscina. Non necessita di una manutenzione specifica e non si scheggia. Conserva le principali caratteristiche che hanno i pavimenti in vero legno grazie al design dei listelli e alle varie colorazioni disponibili.

Può essere posato ex novo o su pavimentazioni già esistenti, non necessita di una manutenzione particolare, non richiede particolari finiture ma è importante trattarlo con specifici oli naturali prima della posa, per prevenire lo scolorimento dovuto alla continua esposizione solare. 



 





Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.