6 min letti
Tende per tutti i gusti

Nell'arredamento delle nostre case nulla è cambiato tanto quanto il modo di rifinire le finestre sia che si tratti di tende, avvolgibili, imposte, schermi, pannelli scorrevoli oppure niente del tutto.

Il cambiamento di tendenza ha visto il passaggio da uno stile formale ad uno più informale, dai tessuti e composizioni pesanti a uno più leggero, dalle tende con fodera e controfodera a quelle sfoderate e vaporose, dai modelli con mantovane e triple pieghe alle interpretazioni più semplici delle fasce superiori con fettuccia.

Oggi la maggiore differenza la fa il tessuto. Un'ampia gamma di possibilità e poche regole che riguardano più ciò che è da escludere rispetto a ciò che va considerato.

I tendaggi sono diventati più liberi con diverse funzioni e a volte anche divertenti.

Oltre all'effetto estetico, i vari modelli si differenziano per funzionalità. Alcune tende garantiscono una protezione alta dalla luce mentre altre permettono di filtrarla e regolarne l'intensità a seconda delle esigenze. 

Le tende a bastone e a binario sono molto versatile composte da teli, che possono essere uno o più, in diversi tessuti e in diversi pesi. Per appenderle si ricorre a un bastone lungo sul quale il tessuto scorre per aprirsi e chiudersi.

Utilizzando più strati di tessuto è possibile creare effetti di trasparenza e opacità modulando l'ingresso della luce nella stanza durante la giornata.

Le tende a bastone non hanno preferenza di stile e di finestra in quanto è la scelta del tessuto che la caratterizzerà.

Per un effetto scenografico meglio lunghe fino al pavimento. La larghezza dei singoli teli dovrà essere abbondante, rispetto alle dimensioni della finestra, così da permettere di arricciarli per un ulteriore effetto decorativo. 

Si potranno prevedere drappeggi accennati con sovrapposizione di tessuti leggeri, oppure più consistenti e l’utilizzo di tessuti pesanti e coprenti, che creano un effetto che ricorda le quinte di un teatro. 

Le tende a pannello sono ideali per schermare anche grandi finestre con un minimo ingombro. Hanno uno scorrimento orizzontale e quando sono chiuse si presentano con dei riquadri di forma rettangolare, che solitamente vanno dal soffitto al pavimento e che si possono sovrapporre per ottenere diversi effetti. Da aperte, vengono portate ai lati della finestra e occupano lo spazio di un singolo pannello.

Le tende a pacchetto sono la soluzione ideale per chi è alla ricerca di un effetto minimale. Sono facili da manovrare e tramite una corda si possono alzare e abbassare formando delle morbide pieghe di tessuto con un effetto decorativo sul vetro, anche quando sono aperte. 

Un'alternativa alle tende a pacchetto sono quelle a rullo. Si possono fissare sul telaio della finestra, sul vetro o a soffitto e vengono arrotolate attorno a un cilindro pertanto risultando quasi invisibili quando sono completamente aperte. La tenda si può fermare a qualsiasi altezza, così da schermare parzialmente la luce.

Ci sono poi alcune tipologie di tende che si sono diffuse prima negli ambienti di lavoro dove era necessario schermare la luce con soluzioni e materiali di facile manutenzione.

Le veneziane sono un esempio diventate un'ottima soluzione anche per gli ambienti domestici. Si montano facilmente sul telaio della finestra e occupano poco spazio. Gli aspetti positivi sono molteplici come il costo, la manutenzione, facile sostituzione. Permettono di modulare la luce che entra dalle finestre in modo graduale favorendo una buona illuminazione naturale senza rinunciare alla privacy. 

Esistono sul mercato anche infissi con i listelli inseriti fra i due vetri e regolabili dall'esterno.

Le tende plissè sono una variante delle veneziane realizzate in  tessuto-non-tessuto. 

Le tende a fili sono una rivisitazione delle tende utilizzate una volta sulle portefinestre o zone di passaggio. La produzione attuale le ha trasformate in veri e propri complementi d’arredo, in grado di creare divisori dall'effetto leggero e scenografico.