2 min letti
L'antica tecnica del batik

Il batik è sia un'arte che un mestiere, che sta diventando sempre più popolare e conosciuto tra gli artisti contemporanei di tutto il mondo, come mezzo meravigliosamente creativo. L'arte di decorare la stoffa utilizzando cera e tintura, è stata praticata per secoli in molte parti del mondo tra cui Cina, Giappone, India, Sud America ed Europa.

A Giava, un'isola dell'Indonesia, il batik fa parte di un'antica tradizione e lì si producono ancora alcuni dei migliori tessuti batik del mondo. La parola batik deriva dalla parola giavanese " tik" che significa punto. Batik è sia un verbo (to batik) che un sostantivo (un batik – un oggetto fatto da batik!). Il batik viene solitamente realizzato su una superficie di tessuto (come cotone, seta, lino, rayon o canapa), ma le tecniche batik possono essere utilizzate anche su carta, legno, pelle e persino su una superficie in ceramica.

Per realizzare un batik, aree selezionate del disegno vengono coperte applicando cera calda, viene poi applicato un colorante sulla parte superiore e le parti ricoperte di cera resistono alla tintura e mantengono il colore originale. 

Un semplice batik può essere solo uno strato di cera e un colorante, ma questo processo di ceratura e tintura può essere ripetuto molte volte se necessario per creare disegni più elaborati e colorati. Dopo la tintura finale la cera viene rimossa (di solito in acqua calda) e il tessuto è pronto per essere indossato o esposto.

Il batik contemporaneo, pur dovendo molto al passato, è nettamente diverso dagli stili più tradizionali e formali del passato. L'artista può utilizzare un'ampia varietà di tecniche per applicare la cera e i coloranti: spruzzatura, incisione, scarico, fessurazione, marmorizzazione e utilizzare tutti i tipi di strumenti diversi: timbri in rame e legno, pennelli, stampini. 

Si può ricorrere a cera con diversi valori di resistenza: cera di soia, cera d'api, cera di paraffina e lavorare con coloranti naturali e sintetici su tutti i tipi di superfici.

Batik fornisce all'artista un'ampia gamma di tecniche che gli permettono di esplorare, attraverso uno stesso processo, differenti soluzioni creative.

Questi tessuti possono poi essere utilizzati sia nella moda ma anche nell'arredamento.