3 min letti
Un piacere antico: la sauna

La sauna è nota per le sue proprietà depurative, ed è particolarmente apprezzata per gli effetti benefici sull’equilibrio psicofisico, rilassando mente e corpo e conciliando il sonno.

Gli effetti del bagno di vapore erano già noti agli egizi, agli antichi romani e ai popoli del Medio Oriente presso i quali era una pratica molto diffusa, indipendentemente dal ceto sociale di appartenenza.

Le prime saune hanno origini finlandesi attorno al 1000 circa. Venivano scavate delle semplici buche nel terreno (Ground sauna) all'interno delle quali si sistemavano cumuli di pietre con la funzione di camino.

La sauna di fumo ("Savusaune"), nasce dall’evoluzione della ground sauna e utilizzata fino agli inizi del XX secolo. Era composta da un forno rudimentale che produceva copiose esalazioni di vapore con effetti antibatterici. 

Nel XIX secolo assistiamo ad una netta evoluzione del sistema di riscaldamento della sauna grazie all’introduzione di un cono in metallo per l’allontanamento dei fumi.

A partire dagli anni ‘30 vengono brevettati i primi modelli di saune elettriche che si diffondono in Europa e negli Stati Uniti. 

La sauna è un bagno di vapore secco ed è per questo che si differenzia dall’hammam (bagno di vapore umido) diffuso in Oriente. E' caratterizzata dalla  presenza di un calore forte e secco che fa evaporare la traspirazione della pelle e la permanenza è limitata a 10-15 minuti per volta.

La pratica della sauna è estremamente utile per ridurre non solo l'ansia e lo stress quotidiani ma anche per il  rapido recupero, in caso di traumi muscolari, per gli effetti decontratturanti sulla muscolatura oltre ad aumentare le difese immunitarie. 

Ma non solo. Disintossica contribuendo a eliminare le impurità della pelle in profondità rendendola più luminosa. Favorisce la perdita di liquidi del corpo combattendo la ritenzione idrica ma non la cellulite quindi non incide sulla perdita di peso.

Viste le particolari condizioni nella quale il corpo viene a trovarsi durante l'uso della sauna è buona cosa contattare prima un medico e utilizzarla con moderazione perché una brusca perdita di grandi quantità di liquidi e di sali minerali, causata dall’abbondante sudorazione  può provocare una diminuzione del volume del sangue circolante o shock ipovolemico. La sauna è controindicata per persone ipertese o ipotese, con disturbi cardiaci o della circolazione, febbre e durante il ciclo mestruale o in gravidanza. 

La sauna si differenzia dal bagno turco nato nel sud del Mediterraneo per quanto riguarda 

  • il funzionamento le saune sono realizzate in legno mentre i bagni turchi sono in pietra o marmo per le temperature interne e l’umidità sprigionata dal calore.
  • in entrambi possono essere presenti delle sedute posizionate ad altezze differenti a seconda della temperatura che si vuole raggiungere. Dove sono collocate le sedute più basse si raggiungono 50°C, quelle intermedie 75°C. Dove sono poste le  sedute più alta si possono toccare anche gli 85°C. 
  • nel bagno turco lo sbalzo termico è nettamente inferiore e si passa dai 20/25°C delle zone basse ai 40-45°C delle zone alte.
  • nella sauna, tendenzialmente ambiente secco e privo di umidità, ha al suo interno una stufa con pietre laviche che scaldate che contribuiscono all’irradiamento del calore e  bagnate regalano la sensazione di umidità che può raggiungere anche i 90°C.

In entrambi i casi (sauna o bagno turco) sono garantiti i benefici sulla pelle, sistema linfatico, pressione sanguigna mediante la vasodilatazione, l’eliminazione di tossine e liquidi in eccesso. 

Oggi è possibile disporre anche in casa di saune. Fra quali modelli scegliere?  

Il modello tradizionale è la sauna finlandese composta da una cabina interamente in legno con getti d’aria calda e secca la cui temperatura oscilla tra i 75° -100° C. Mentre per il riscaldamento della sauna si utilizzano delle stufe elettriche o a legna, in cui si inseriscono delle pietre scure, pesanti e di grandi dimensioni, in grado di immagazzinare più energia termica possibile. All'interno presentano delle panche in legno e con un secchio d’acqua da versare sulle pietre calde con un mestolo, per produrre il vapore. All’uscita dalla sauna, per riportare la temperatura corporea a livelli normali sarà importante fare una doccia con acqua a temperatura ambiente e getto dolce.

Un'alternativa sono le saune a infrarossi o cabine ad infrarossi che lavorano in maniera diversa dalle saune finlandesi. Il caldo secco viene prodotto da un fascio di raggi infrarossi simili a quelli della luce solare e che penetrano nei tessuti fino a 4 cm di profondità, innalzando la temperatura corporea e favorendo la sudorazione. Per contrastare l’innalzamento della temperatura, il corpo reagisce aumentando i battici cardiaci ed apportando un maggiore flusso sanguigno attraverso il cuore.  Una cabina ad infrarossi non supera temperature oltre i 50-60°C quindi è particolarmente apprezzata per gli effetti benefici sull’equilibrio psicofisico, rilassando mente e corpo conciliando il sonno. E' ideale anche per persone con patologie cardiovascolari, alle quali è sconsigliata la sauna finlandese. Dato che non genera umidità è necessario solo un collegamento ad una presa elettrica pertanto in casa è possibile posizionarla in qualsiasi stanza.

Fra le funzioni che le saune a infrarossi possono offrire vi è quella che, rifacendosi alla medicina olistica, permette un trattamento con gli effetti dell'aromaterapia. La temperatura utilizzata è più bassa, circa 50°C. L’acqua viene versata su un fascio di erbe officinali posta su una stufa a raggi infrarossi e in questo modo sprigionano un vapore profumato ed olii essenziali utili per la respirazione. 

Simile alla sauna con erbe è la sauna per aromaterapia, dotata di un gocciolatoio collocato sulle pietre della stufa per sprigionare i vapori degli olii essenziali. Negli ambienti come la sauna l'uso delle essenze balsamiche è molto importante perché è in grado di produrre emozioni piacevoli, stimolanti o rilassanti attraverso l'olfatto. Inoltre, le essenze balsamiche, come il pino e l’eucalipto, sono particolarmente utili per migliorare la respirazione, mentre la menta piperita o il rosmarino hanno proprietà antisettiche.

Vi è poi la sauna per la cromoterapia dotata di lampade integrate di colori diversi, combinabili in modalità RGB.
Ogni colore ha, in base alla propria lunghezza e frequenza d'onda, la capacità d' influire sul sistema limbico del nostro cervello, creando equilibrio e armonia, ecco perché i colori vengono impiegati sin dall’antichità per la cura del benessere psicofisico.