Scaldasalviette


3 min letti


Negli ultimi anni l'efficienza termica delle nostre case è notevolmente aumentata grazie all'inserimento di prodotti tecnologicamente più efficienti e in grado di migliorarne il confort.

I radiatori da bagno, gli scaldasalviette  e gli scaldasalviette misti sono fra queste proposte alternative. Sul mercato ne esistono una grande varietà e la loro funzione è distinta.

Semplificando al massimo il discorso al quale dedicherò un altro articolo, i radiatori sono gli elementi finali collegati all'impianto di riscaldamento che è  composto da una caldaia che riscalda acqua. Dalla caldaia partono i tubi all'interno dei quali passa l'acqua riscaldata e che viene distribuita fra tutte le piastre o i radiatori tubolari presenti all'interno delle stanze che compongono l'abitazione. Questi corpi radianti possono essere in ghisa o alluminio o acciaio e diffondono il calore nell'ambiente con modalità differenti.  

radiatore in ghisa

                                                                       radiatore in alluminio


Lo scaldasalviette  nasce come un un corpo scaldante per il bagno adatto sia per l'asciugatura degli asciugamani che per l'ambiente. E' formato da tubi verticali ed orizzontali. Ne esistono di due tipologie:  quelli tradizionali che riscaldano l'acqua tramite caldaia  e quelli elettrici in cui l'acqua o l'olio  contenuti in esso sono riscaldati da una resistenza elettrica. Alcuni possono essere dotati di termoventilatori per scaldare l'ambiente, di interruttore a comando con timer o l' interruttore oppure entrambi. La presenza di un termostato permette d'impostare la temperatura voluta e una volta raggiunta l'apparecchio si spegne. Sul mercato ne esistono realizzati in legno, vetro, acciaio e ceramica.

I vantaggi dell'uso di questo apparecchio sono 

  • gli asciugamani si possono appoggiare direttamente sul corpo scaldante
  • usando il modello con termoventilatore è possibile scaldare l'ambiente bagno senza ricorrere a stufette che  consumano molta elettricità

Gli svantaggi sono 

  • appoggiando i teli e gli asciugamani  o scaldasalviette  si riscalda  più lentamente ecco perché alcuni modelli sono stati dotati di ganci esterni
  • scaldando poco il loro uso si deve sommare a quello del termosifone
  • non è posizionabile ovunque perché, funzionando elettricamente, la normativa  prevede quattro “Zone del Bagno” che devono presentare dei requisiti precisi  quindi il loro inserimento va  previsto in fase di progettazione.

scaldasalviette  in ceramica

 scaldasalviette in acciaio

                                                                   

 scaldasalviette in vetro specchio

  Termoarredo in vetro satinato


Lo scaldasalviette misto  si collega al sistema di riscaldamento centrale come qualsiasi radiatore, ma presenta anche un elemento elettrico riscaldante quindi può essere utilizzato anche indipendentemente dal sistema di riscaldamento centrale, offrendo un maggiore controllo e flessibilità del calore. Sono ideali per l’utilizzo d’estate quando non è necessario tenere acceso l'impianto di riscaldamento per usufruirne i vantaggi. Come detto in precedenza per lo scaldasalviette, la sua collocazione va prevista in fase di progettazione o ristrutturazione  in quanto funziona anche con elettricità. Può essere compatibile con gli impianti di riscaldamento centralizzati ma bisogna verificare prima la loro temperatura dell'acqua che non deve superare gli 80°C perché  danneggerebbe lo scaldasalviette.

scaldasalviette misto cromato