Condizionatore o climatizzatore?


2 min letti

E' un elettrodomestico ormai diffuso e con il sopraggiungere del caldo ne apprezziamo maggiormente le qualità.

L'industria da anni propone soluzioni funzionali  ed accattivanti da un punto di vista estetico affinché possano integrarsi nella casa svolgendo al meglio la propria funzione.

In primo luogo non vanno confusi con i condizionatori dell'aria.

  • I condizionatori sono dispositivi con i quali è possibile riscaldare o raffreddare l’ambiente con l’immissione di aria da una ventola che può essere regolata solo in base alla velocità. Il funzionamento del condizionatore sta nella quantità di aria messa in circolo a secondo le esigenze. Possono essere del tipo tradizionale o inverter. Il condizionatore tradizionale funziona  con il sistema on-off a potenza erogata del compressore per l’immissione dell’aria. Ha un prezzo d’acquisto inferiore, ma un dispendio di energia più elevato. Mentre nel condizionatore inverter la potenza erogata è variabile e graduale in base alla temperatura dell’ambiente e se sia da raffreddare o riscaldare. Il prezzo di acquisto è più alto  ma con un maggiore risparmio energetico. Entrambi possono essere monosplit  o dual split. La prima tipologia possiede una singola unità collegata ad un’unità esterna ed il vantaggio equivale a un duplice risparmio: energetico ed economico. Il dual split è composto da due o più unità interne collegate ad una unità esterna. E' una tipologia di più ingombrante e rischia di alterare l’armonia estetica dell’ambiente in cui viene installata. La manutenzione è più complessa, perché il guasto dell’unità esterna interrompe in automatico il funzionamento di tutte le altre unità. 
  • Il climatizzatore ha le stesse funzioni del primo con l'aggiunta di altre come la deumidificazione dell'aria e la regolazione della temperatura.

Questo dispositivo è la soluzione ideale per combattere il caldo umido   estivo perché regola la temperatura di un ambiente e il tasso di umidità in  modo preciso e mirato, in più contribuisce ad eliminare i batteri e tutte le impurità presenti  nell’aria, grazie all’ausilio di particolari filtri .

Come  sceglierli?

Per entrambi è importante prendere in considerazione l'efficienza energetica, la potenza e la silenziosità.  La  potenza di un condizionatore o climatizzatore è espressa in kW. L'ampiezza del locale, la sua funzione (mansarda, locale piani inferiori) e l'esposizione della casa sono aspetti fondamentali. Mentre se l’ambiente è destinato ad ospitare un impianto di aria condizionata o climatizzazione la soluzione migliore è l’acquisto di condizionatori o climatizzatori multisplit collegabili tra loro attraverso una sola unità esterna.

I climatizzatori inverter o i condizionatori risultano più silenziosi rispetto a quelli tradizionali con sistema on-off, perché eliminano la continua accensione e spegnimento dell’apparecchio. Infine, l’efficienza energetica risulta inversamente proporzionale all’escursione termica, ovvero la differenza di temperatura fra l’ambiente interno ed esterno. Perciò l’utilizzo di temperature costanti dell’impianto di condizionamento o climatizzazione è fondamentale.