Fornace Brioni GIARDINO ALL'ITALIANA


1 min letti

"Assoluto protagonista è il cotto variegato alternato al colore in un gioco di grafiche armoniose, dove seduce il contrasto tra la linea retta e la curva. I rivestimenti a parete, in due tipologie, riprendono l’uno su scala più minuta il motivo dei pavimenti con un alternarsi di smalti opachi e lucidi: nuances polverose –argilla, fango, cipria e sabbia – si accostano tinte glacé - ottanio, salmone, grigio balena e ceruleo – che hanno l’apparenza preziosa dei metalli; nell’altra versione, su una base di cotto naturale rosato, le grafiche in bassorilievo sono esaltate da smalti cristallini e pallidi nei toni del rosa confetto, del grigio perla, dell’amarena e del verde mela. " (Catalogo Fornace Brioni)

E' stata recuperata la storia della ceramica nelle sue forme più antiche e con quelle modalità  sono stati creati dei prodotti che incontrano il gusto moderno ma che  ne preservano l'essenza: lo stretto rapporto fra l'Uomo e la Terra.


La decorazione che vediamo qui sopra, per esempio, si chiama marmorizzazione. E' un'antica tecnica orientale, che in Giappone chiamano neriaghe e che si diffuse in Europa solo a partire dal XVIII secolo. Per ottenere  decorazioni interessanti si sfruttavano i diversi colori delle argille  allo stato naturale e che poi venivano mischiate e  lavorate al tornio, a colombino (tecnica secondo la quale si  realizzano dei salamini di creta che poi vengono assemblati un po' per volta, stendendoli con le dita o palette per comporre l'oggetto). A seconda delle argille utilizzate si possono ottenere una vasta gamma di marmorizzazioni. E' indispensabile che le argille usate appartengano allo stesso corpo argilloso per evitare che durante l'essicazione,  ritirandosi,  l'oggetto si  lesioni. 

 

1-Giardino.pdf