Mettiamo in ordine l'ingresso


4 min letti

E' il biglietto da visita della nostra casa. Aprire la porta d'ingresso e trovarsi catapultati nel caos e nel disordine non è sicuramente una sensazione piacevole. E' un locale che va organizzato e trasformato in uno spazio utile, funzionale dove poter riporre chiavi, posta, scarpe, borse, cappotti, giacche  e poterli ritrovare  subito disponibili. Accanto alla porta ci deve essere solo l'indispensabile in modo da potersi muovere senza il rischio d'inciampare in oggetti depositati qua e là.

Per mantenere in ordine questa zona della casa è necessario imparare ad eliminare tutto ciò che non serve come

  • la posta che non interessa e che immancabilmente si accumula sopra qualche ripiano. In questo caso si potranno utilizzare due contenitori distinti per la posta ricevuta e importante e uno per quella da spedire. Tutto il resto via! La forma ed il materiale dei contenitori potremo deciderli noi. In fibra, in cartone o latta recuperata, vecchie borse a rete o di paglia che spesso rimangono abbandonate negli armadi lasciamoci trasportare dalla nostra creatività. 
  • i cappotti o i soprabiti fuori stagione e non utilizzati tutti i giorni. In questo modo lasceremo spazio per appendere quelli che indossiamo. Anche in questo caso la tipologia del contenitore dipenderà molto dall'aspetto del nostro ingresso e dal nostro gusto. Potrà avere una linea essenziale come nell'esempio che segue 

       oppure  dal design più attento e  dotato di ante per celare il contenuto

            o realizzato su misura sfruttando un vano accanto all'ingresso.            

  • gli ombrelli rotti che rimangono abbandonati nel porta ombrelli così faremo spazio per quelli nuovi
  • le chiavi di cui non si sa quale porta aprano, tenendo a portata di mano quelle che servono. Basterà appenderle a ganci ad uncino, a barre magnetiche per coltelli oppure riporle in vassoi o cestini. Mentre le chiavi che non servono potranno essere riutilizzate con fantasia per creare nuovi oggetti
  • i guanti spaiati e le borse che  non usiamo.  Ecco un esempio dove la combinazione di materiali naturali e arredi dalla linea essenziale disposti con semplicità e attenzione rendono questo piccolo ingresso accogliente e funzionale.
  • le scarpe che non si usano abitualmente lasciando spazio per quelle che indossiamo ogni giorno. Potremo sistemarle su un vassoio di metallo. La soluzione è pratica e poco costosa ma sarà indispensabile sistemarle ogni volta con ordine  altrimenti l'effetto non sarà piacevole da vedersi!

Si possono usare anche cesti e bidoncini se le scarpe sono poche altrimenti     ogni volta che dovremo indossarle perderemo tempo per trovarle rischiando poi di rovinarle. 

Anche una cassapanca che stia bene con l'arredamento  dell'ingresso potrebbe essere una buona soluzione magari "fai da te" oppure una comoda panca come quella che si vede nell'immagine che segue dotata di appoggi per le scarpe. Contenitori con qualsiasi forma, dimensione o materiale ma la parola magica sarà sempre "ORDINE"!