6 min letti

E' il luogo ideale per rilassarsi e prendersi cura di sé in alcuni momenti della giornata mentre al mattino deve essere uno spazio funzionale, pratico e arioso per truccarsi, radersi, lavarsi.

Nel bagno la giusta illuminazione è in grado di valorizzare la scelta dei materiali e il suo controllo adeguato può aiutare a creare l'atmosfera desiderata.

Il bagno presenta le condizioni ideali per un'illuminazione efficace grazie anche alla presenza di superfici riflettenti. Un bagno di dimensioni ridotte ben illuminato potrà sembrare più spazioso. Al contrario in un bagno molto spazioso la soluzione migliore sarà quella di giocare con la luce a diversi livelli. 

Sia in un caso quanto nell'altro sarà importante rispettare le indicazioni della normativa che classifica per zone di umidità questa stanza: maggiore sopra vasca e doccia.  

La normativa distingue quattro zone a seconda del grado di pericolo

  • Zona 0 corrisponde al volume interno alla vasca da bagno o al piatto doccia.  È consentito l'uso di dispositivi con la bassa tensione fino a un massimo di 12V, che possono essere installati nella parte interna della vasca. Questi devono essere nel gruppo di protezione almeno IP X7. 
  • Zona 1 Comprende le pareti e il soffitto sopra la vasca da bagno o il piatto doccia all'altezza dell'attacco del soffione o ad almeno 225 cm dal pavimento. Le lampade devono presentare il grado di protezione almeno IPX5 (protezione contro gli spruzzi d'acqua). È permesso installare alcune apparecchiature elettriche (scaldabagni, vasche idromassaggio, lampade e altro). 
  • Zona 2 include pareti e soffitto intorno alla zona 1 fino a 3 m dal pavimento e 60 cm nell'asse orizzontale. Gli apparecchi devono avere un grado di protezione IPX4, incluso le lampade posizionate sopra il lavandino. Qui possono essere installate le lampade, ventilatori, scaldabagni, pompe per la doccia e attrezzature per vasche idromassaggio.
  • Zona 3 dove è possibile installare prese di corrente da 230 V con anche con disconnessione automatica e con l'utilizzo del interruttore differenziale non superiore a 30 mA. Qui possiamo installare  luci standard con un grado di protezione IP20.

L'illuminazione generale  della stanza in genere è fornita da apparecchi incassati a soffitto e orientabili che può essere integrata anche da altri apparecchi. Per esempio se nella parete sopra la doccia o la vasca è possibile creare una scanalatura dove alloggiare una sorgente luminosa si potrà ottenere un originale effetto simile ad una piccola cascata d'acqua. La luce radente però metterà in risalto le fughe delle piastrelle e le imperfezioni del rivestimento quindi non è adatta per un rivestimento a mosaico.

In questo caso è meglio un apparecchio sporgente che produca una luce diffusa.

Nel caso di soffitti molto grandi si possono utilizzare  apparecchi a tenuta stagna direttamente nelle zone umide. Per l'illuminazione generale si può ricorrere ad un lampadario o a faretti da inserire nella fascia superiore di uno specchio oppure creare un vano a soffitto dove alloggiare apparecchi per una luce indiretta, diffusa e uniforme.

Un altro aspetto da considerare è quello dell'illuminazione funzionale, specifica per guardarsi nello specchio. Una singola fonte di luce dall'alto va assolutamente evitata perché crea ombre e contrasti fastidiosi. Sono consigliabili invece due luci laterali che si riflettono nello specchio e sulle superfici chiare  del mobile o delle pareti. In un ambiente classico si può optare per due applique decorative mentre in un ambiente moderno o di stile più essenziale meglio un sistema di retroilluminazione dello specchio.

Il risultato migliore si ottiene combinando diverse forme di illuminazione posizionandole in vari punti della stanza, per valorizzare un dettaglio architettonico,  lo zoccolo della vasca, di un mobile e per ottenere una luce radente sul pavimento.

Quali tipologie d'illuminazione possiamo scegliere per il bagno?

  • L'applique da bagno è una sorgente luminosa che illumina lo spazio in maniera soffusa. Ampia è la varietà di materiali, finiture e forme disponibili in commercio, e si adatta perfettamente a qualsiasi stile in base al design. La regola è mantenere l'equilibrio per non rischiare di ottenere un ambiente troppo buio o troppo luminoso ecco perché vanno distribuite in maniera da garantire una luce uniforme lungo le pareti. Possono essere posizionate intorno allo specchio sopra al lavabo, dove è importante avere una luce forte e di tonalità bianca e installate lateralmente ammorbidiscono le ombre ed evidenziano la tonalità della pelle. In alternativa, le applique possono essere collocate sulla parete opposta al lavabo per una luce diffusa o sulla vasca da bagno, per un’illuminazione d’accento, scegliendo tra applique a luce diretta e indiretta. Si può abbinare il design delle applique con lo stile di sanitari e rivestimenti del bagno. Se il bagno è in stile classico, si possono scegliere delle applique a candeliere o con portalampada sferici, poste simmetricamente ai lati dello specchio. In un bagno moderno, meglio scegliere delle applique dalle linee squadrate e forme allungate, luci bianche, da collocare lungo il bordo superiore dello specchio. 
  • La plafoniera da bagno, posta al centro della stanza, diffonde luce in tutta la stanza contribuendo alla progettazione di un ambiente funzionale. Sono oggetti di design che arredano con forme, finiture e materiali diversi. Che si tratti di plafoniere per uno stile classico o di plafoniere per bagno moderne, in commercio sono disponibili moltissimi modelli diversi di plafoniera, adatta a rispondere a qualsiasi esigenza funzionale e di stile. La plafoniera da bagno a LED illumina in maniera efficace e permette di ottenere un notevole risparmio energetico. Si potrà scegliere una plafoniera in vetro opale bianco per una luce brillante priva di abbagliamento, da collocare preferibilmente a centro stanza o accanto alla vasca o alla doccia oppure dei faretti da inserire nella controsoffittatura, soprattutto in ambienti di dimensioni limitate. I faretti orientabili e girevoli sono ideali per fornire luce brillante da direzionare su zone ed oggetti specifici. Una alternativa ai faretti sono le lampade a sospensione adatte ad ambienti più ampi. Un'alternativa viene dalle plafoniere da bagno orientabili, che permettono di ingombrare meno e direzionare la luce. Il design della plafoniera da bagno contribuisce in maniera determinante alla resa finale dell'arredo circostante. Potremo scegliere fra modelli classici, decorati e dalle linee curve oppure moderni per creare al tempo stesso una luce diffusa ed una d’accento, magari direzionati su sanitari di design. 
  • La zona dello specchio richiede delle luci specifiche per evitare di creare ombre e distorcere i colori. Prima di valutare il design del prodotto, è importante concentrarsi sulla tipologia di illuminazione bagno: una lampada da specchio bagno a LED permetterà di illuminare efficacemente la zona dello specchio e di ottenere un notevole risparmio energetico. Per quanto riguarda lo stile si potrà scegliere fra lampade classiche con finiture preziose, mentre le lampade da specchio in stile moderno sono più  lineari e in materiali innovativi.  Il punto luce da creare per illuminare lo specchio può prevedere l'impiego di una lampada da specchio a clip orientabile, oppure un faretto, magari incassato nel controsoffitto e collocato in linea con il bordo del lavabo. Tuttavia, la luce dall’alto tende a creare ombre sul viso, in particolare sotto il naso, sul mento e sotto gli occhi, alterando la percezione del colorito, quindi è opportuno integrarla con due punti luce su entrambi i lati dello specchio.
  • Le lampade da terra per bagno o piantane, sono una soluzione semplice ed efficace per creare un’illuminazione d’atmosfera e d’ambiente divenendo veri e propri complementi d’arredo. Dalle piantane classiche, dotate di paralume in tessuto, alle piantane moderne, dalla struttura filiforme in acciaio, i modelli di lampade da terra per bagno disponibili sono moltissimi e adatti a soddisfare qualsiasi esigenza e gusto.  Nella scelta è importante tenere in considerazione la posizione della lampada stessa, proprio per studiare bene l’area da illuminare. Dalle lampada da terra orientabili classiche a lampade da terra orientabili dal design moderno, questi modelli sono perfetti per un piccolo angolo della stanza e sviluppandosi in altezza possono essere impiegate sia per un’illuminazione d’atmosfera e sia per creare una luce più diretta su specifici punti. Al fine di un risparmio energetico meglio sceglierle del tipo a LED in più creano giochi di luce perfetti per ritagliarsi un angolo di relax. Inoltre, illumina senza sviluppare calore eccessivo.